domeclementiit


                                          

Perchè?

Dome Clementi

Chi sono

Dove vivo

Lavoro

Curriculum Vitae

Photo Gallery

Dome 2.0

Racconti

Viaggi

Musica (WIP)

Sport e Hobby

Nonni

Sempre con me

Quelli che vanno oltre

Links

Commenti

Sommario

What's new

Note legali

 

Scrivimi  

                 

clementi.it

 

 

Statistiche

Descrizione (Mappa, dettagli)  -  Foto (presentazione)

Messico - Guatemala - Belize - Estate 2002


Nero: tratte in autobus. Rosso: tratte in aereo. Viola: tratte in barca.

 

Descrizione

Viaggio di tre settimane, sulle tracce dell'antica civiltà Maya, senza perdere di vista il Mar dei Caraibi e le immersioni sulla barriera corallina e nei Cenotes. Tutto questo attraversando tre stati (Messico, Guatemala e Belize) e numerose regioni (Yucatan, Chiapas,  Verapaz, Peten, Quintana Roo).

 

Dettaglio delle tappe (il numero a sinistra è il riferimento pernottamenti sulla mappa)

 

0. (3 Agosto): Volo (Malpensa p14.30 - Londra p18.30 - New York a21.15)

0. (4 Agosto): Visita NY con NY Pass (Tussaud, Empire State, Madison Square, Battery Park, Ponte Brooklyn, Central Park)

1. (5 Agosto): Volo (New York p10.30 - Cancun a13.15), Playa Tortuga. Notte Hotel Alux.

1. (6 Agosto): Visita Chichen Itza e bagno al Cenote Sagrado Azul. Notte Hotel Alux.

2. (7 Agosto): Volo (Cancun-Villahermosa) - Bus ADO (Villahermosa-Palenque), Relax a Palenque. Notte alla Posada Nacha'n Ka'an.

3 (8 Agosto): Visita a Palenque (Sito+Playa) Autobus ADO (Palenque p16.00-S.Cristobal a 21.00), incontro con Ciccio&C. Hotel Real del Valle.

3. (9 Agosto): Canon del Sumindero e visita S.Cristobal pomeriggio. Hotel Real del Valle.

4. (10 Agosto): Bus ADO (S.Cristobal-Cd.Cuahutemo)+Chicken (La Mesilla-Huehue-Los Enquentros-Solola-Panajachel). Notte al Grand Hotel Panajachel.

4. (11 Agosto): Cichicastenango: Visita mercato. Notte al Grand Hotel Panajachel.

5. (12 Agosto): Autobus (Panajachel p11.00 - Antigua a 12.30). Notte a Antigua Las Palmas.

5. (13 Agosto): Scalata al Vulcano Pacaya (38,5 febbre). Notte a Antigua  Las Palmas.

6. (14 Agosto): Visita Antigua mattina e partenza per Guatemala Aereo (Guatemala p17.00 - Flores a18.00). Notte a Tikal Jungle Inn.

7. (15 Agosto): Visita a Tikal (dalle 5 di mattina alle 12) Ritorno a Flores. Rapida visita Flores e S.Elena. Notte all'Hotel La Canoa, Flores.

8. (16 Agosto): Autobus (Flores p5.00 - Belize City a11.30)-Barca (Belize City p12.00 - Caye Ambergris, S.Pedro a15.00). Notte a Hotel Thomas.

8. (17 Agosto): Relax e mare a Caye Ambergris, S.Pedro. Notte a Hotel Thomas.

9. (18 Agosto): Overnight trip to Lighthouse Reef: 2 dives (Turneffe Island, Vincent Point, Long Caye). Notte in barca a Half Moon Caye.

9. (19 Agosto): Overnight trip to Lighthouse Reef: 3 dives (Blue Hole - West Point1 - Turneffe Island, Rendez Vouz). Notte a  S.Pedro, San Pedrano.

10. (20 Agosto): Barca (S.Pedro p7.00-Coruzal a9.00) Taxi (Coruzal-Chetumal frontiera)+Bus ADO per Tulum. Notte a Cabanas Ranchito.

11. (21 Agosto): Tulum - Immersioni a Cenote Dos Ojos - Colectivo (Tulum crucero p15.30 - Playa del Carmen a17.00). Notte a Pension San Juan.

11. (22 Agosto): Visita e Shopping a Playa del Carmen (Pioggia) - Serata al Blue Parrot e Capitan Tutix (Tequilas). Notte a Pension San Juan.

12. (23 Agosto): Traghetto Playa del Carmen p06.00 - Couzmel a07.00) - Immersioni (Palancar Cave e Chankanaab Park). Notte a Hotel Cozumel Inn.

0. (24 Agosto): Volo (Couzmel p11.00 - Cancun a11.20 p14.30 - New York a19.00 p21.50).

0. (25 Agosto): Volo (Parigi a12.00 p15.45 - Malpensa a17.15).

 

 

Per vedere le foto e scorrerle alla velocità preferita: Foto (presentazione).

 

Torna a Round the World

Torna a Elenco cronologico viaggi

 

 

Il mio suggerimento alla Lonely Planet.

I momenti più emozionanti:

 

15 Agosto: I Gorilla urlatori nella notte di Tikal e l'alba dal Castillo più alto.

Dopo il volo Guatemala City - Flores, prendiamo un taxi collectivo fino a Tikal. Non abbiamo prenotato nulla e c'è un pò di preoccupazione per la scarsità di alloggi offerti a Tikal, dentro il parco.

Arrivati all'entrata del parco optiamo per chiedere al Jungle Inn, hotel più costoso rispetto alla media, ma con il grande pregio di essere attaccato all'entrata delle rovine, nel pieno della foresta.

Dopo una cenetta in un baretto locale, nelle vicinanze del parco, e rientro in hotel alla luce della luna, ci rilassiamo un pò ai bordi della piccola piscina, fantasticando sulla fauna della foresta.

Quando alle 23 andiamo a dormire, stanchi dal viaggio che ci ha portato nel cuore del peten, l'ospite della camera attigua alla nostra, russa fragorosamente.

Verso le 2.00 mi trovo a svegliarmi improvvisamente con un rumore fortissimo. Apro gli occhi e maledico il vicino di stanza.

Dopo un paio di secondi di silenzio, mi rendo conto che i miei improperi sono andati all'indirizzo sbagliato.

Un altro urlo squarcia letteralmente il silenzio della notte nella giungla del parco. Capisco immediatamente che si tratta di tipica espressione vocale di scimmia urlatrice, specie particolare che popola il peten, così chiamata per il vocione non indifferente e la frequenza dell'utilizzo.

Ormai completamente sveglio, mi godo le successive performance del gorillone (così lo immagino a sentirne il rumore) per la mezz'ora successiva.
Sono felice di aver dormito dentro il parco.

 

Il mattino successivo, alle 05.00 siamo seduti sugli scalini più alti del Castillo più alto, con un altro sparuto gruppetto di turisti.

Nell'immensa massa verde sotto di noi, miscelata dal grigio della bruma mattutina, spuntano soltanto alcune altre costruzioni degli antichi Maya.

Quando finalmente il sole sorge, un pò offuscato dalla nebbia mattutina, è accompagnato da un urlo ancora più forte degli altri, come a ringraziare per l'inizio di un nuovo giorno.
 

 

30 Luglio: La scalata al vulcano Pacaya con 38,5 di febbre (ricordando l'Haleakala)

Il mio intestino non è mai stato troppo flessibile. Sempre abituato a cibi standard, senza troppe variazioni sul tema (per volere mio, si intende).

Nei lunghi viaggi, in luoghi esotici, è naturale che intestino, o apparato digerente in genere, vadano in sofferenza.

Siamo ad Antigua, Guatemala. E' il giorno della scalata al mitico Volcan Pacaya. 2.552 mt di altezza. Ancora parzialmente sbuffeggiante di fumo e qualche lapillo.

E io sono debilitato da una due giorni di incessante squaraus e febbre a 38,5. Imbottito di medicinali vari.

Mi piego ma non mi spezzo.

E decido di partire lo stesso con gli altri per la camminata.

Più di un'ora di bus fra curve e buche e buche e curve, prima di arrivare alle pendici del colosso.

E poi una camminata di almeno un paio d'ore, continuando a bere, e fermandosi di tanto in tanto a riposare le stanche membra.

Condivido con un turista americano la mia precedente (Dicembre 2000) scalata ad un vulcano del suo paese, l'Haleakala.

Arrivo in vetta, completamente sudato, mi provo la febbre per vedere il danno arrecato alle mie povere membra, ma per un magico effetto "tachipirina naturale", rimango sbalordito alla lettura di un 36,6 °C.

Una foto di gruppo saluta l'impresa riuscita.

 

 

Links per pianificare e organizzare (o anche solo sognare) un viaggio:

 

Messico Tourism Board

Messico Travel Guide

 

Istituto Guatemalteco del Turismo

 

Belize

Belize Tourism

 

 

 


Questa pagina è dedicata:

 

A tutti i bobi abbandonati che ho incontrato in questo tour.


Any comments or questions please email me
All materials on this website © Dome Clementi 2006-2011

Note legali

 

Last update: sabato 26 Dicembre 2010 14.45